Max Services

Studio Legale Palermo

Studio Legale Palermo

Avvocati Palermo

Avvocati Palermo

Tel: 091 6115464 Via Nicolò Turrisi, 38 - Palermo (Fronte Palazzo di Giustizia)

Agevolazioni e Vantaggi Fiscali per Materie Obbligatorie

- AGEVOLAZIONI TARIFFARIE IN ORDINE ALLE MATERIE OBBLIGATORIE

L’ART. 16 comma 4, del D.M. 180/2010, prevede delle agevolazioni economiche in favore di chi
ricorre all’istituto della mediazione nelle materie che l’art. 5 comma 1 D.lgs 28/2010 prevede come
obbligatorie.
Il costo della mediazione si riduce infatti, sensibilmente, fermo restando invariati i costi di
segreteria per avviare la procedura.
E’ previsto, inoltre, un’ulteriore agevolazione in favore della parte che, diligentemente, ha avviato la
procedura di mediazione mediante la proposizione della domanda: in caso di mancata adesione
della controparte l’istante sarà chiamato a pagare, nelle sole materie obbligatorie, solo €. 40,00 o €.
50,00, tuttavia ai sensi del riformato art. 8 comma V Decr. legisl. 28/2010 la parte convenuta –
contumace sarà condannata ad una sanzione in favore dello Stato pari all’importo del contributo
unificato.

- ESENZIONE FISCALE
Ai sensi dell’art. 17 D.lgs n28/2010 comma II e III, tutti gli atti, documenti e provvedimenti relativi
al procedimento di mediazione sono esenti dall’imposta di bollo e da ogni spesa, tassa o diritto di
qualsiasi specie e natura.

- CREDITO DI IMPOSTA
L’art. 20 del D.Lgs 28/2010 prevede un credito di imposta fino alla concorrenza di € 500,00 per
l’indennità di mediazione corrisposta dalle parti agli organismi preposti. Detto credito d’imposta
dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi ed è utilizzabile in compensazione per i titolari
di partita IVA e per Enti ed Imprese, mentre per le persone fisiche il credito di imposta andrà in
diminuzione delle imposte sui redditi.

- REGIME TRIBUTARIO
Sia la domanda che tutti gli atti inerenti comunque alla mediazione sono esenti da tasse e bolli e
verranno redatti in carta semplice.
Inoltre il, verbale di conciliazione fino ad importi di € 50.000,00 non sono soggetti ad imposta di
registro